dojo

Per cominciare

L'Aikido non è uno sport. È un'arte marziale tradizionale profondamente radicata nella cultura giapponese. Non è competitiva e il suo studio non è finalizzato all'autodifesa ma piuttosto ad una migliore consapevolezza di sé e del proprio movimento.
L'allenamento di Aikido consiste di una pratica aerobica. Si usano tutti i muscoli e le articolazioni, pertanto è richiesta una certificazione di sana e robusta costituzione per attività non agonistica.
La pratica si svolge a piedi nudi; per iniziare è necessario presentarsi in tuta da ginnastica, o con un paio di pantaloni morbidi e una maglietta, e un paio di ciabatte da doccia.

La prima lezione di prova è gratuita per tutti.

Il corso principianti si svolge da inizio ottobre a fine gennaio, a Pisa il martedì e il giovedì dalle 19.00 alle 21.00, a Pontedera il lunedì e il mercoledì dalle 19.30 alle 21.00. Da febbraio in poi i principianti possono cominciare a frequentare la seconda parte dell'allenamento.
La pratica è comunque adatta a qualsiasi preparazione atletica; pertanto è possibile inserirsi nel gruppo in qualsiasi momento dell'anno.

Costi

I corsi si svolgono in due sedi: a Pisa e a Pontedera.
Il costo del corso a Pisa è 30,00 € al mese, a Pontedera invece il corso ha un costo di 50,00 € al mese. A Pisa gli allenamenti si svolgono all'interno della palestra della scuola elementare "Biagi", in un ambiente molto spartano. A Pontedera presso lo Spazio NU, una struttura molto bella e ben attrezzata.

Alla conferma dell'iscrizione, è richiesto il versamento di 35,00 € all'anno di quota di affiliazione all'Aikikai d'Italia, due foto tessera e il certificato medico.
La quota include la copertura assicurativa.

Gli iscritti a Pisa possono frequentare saltuariamente le lezioni a Pontedera e viceversa liberamente.

Apertura e chiusura

Il dojo apre a inizio ottobre e chiude a inizio giugno. Durante il periodo natalizio e quello pasquale, le lezioni sono sospese come da calendario scolastico.

Nicola
Nicola Ronci

Walter
Walter Lorenzetti

Informazioni amministrative

L'affiliazione all'Aikikai d'Italia ha un costo di 35,00 €. Per le iscrizioni successive al 1 aprile il costo si riduce a 25,00 €.
Il versamento può essere fatto con bollettino postale prestampato disponibile al Dojo oppure tramite normale bollettino postale da intestare a: Associazione di Cultura Tradizionale Giapponese, c/c 15781008
Nella causale del versamento è necessario indicare chiaramente:
data di nascita, codice dojo 289, causale: 2012/2013.

Regole di comportamento

Per un migliore e più corretto svolgimento degli allenamenti è importante che ognuno si impegni nel rispetto di alcune semplici regole:

• entrando nel Dojo, eseguire un inchino in ginocchio in direzione della foto del Fondatore;
• è importante curare scrupolosamente l’igiene personale.
In particolare lavarsi i piedi, o pulirli con salviette igienizzate, prima di salire sul tatami;
• tenere ben corte le unghie di mani e piedi;
• eliminare eventuali tracce di creme o trucco dal viso;
• prima della lezione togliersi tutti i monili da polsi, orecchie e collo;
• sotto il Keikogi le donne devono indossare una maglietta bianca;
• quando la lezione è già iniziata è d’obbligo aspettare che il Maestro dia il permesso di unirsi alla classe;
• durante il saluto e le spiegazioni del Maestro, gli allievi sono tenuti a stare in seiza (posizione in ginocchio);
• è concesso sedersi a gambe incrociate nel caso di gravi problemi alle ginocchia o se la spiegazione richiede molto tempo;
• è cattiva educazione ascoltare il Maestro con le braccia incrociate o con le mani nascoste;
• durante la lezione si può uscire dal tatami per motivi urgenti e solo dopo aver chiesto il permesso al Maestro;
• quando un allievo invita qualcuno ad assistere ad una lezione, è tenuto ad informarlo sull’etichetta del proprio Dojo, raccomandandogli in particolare di osservare in silenzio la pratica;
• tutti gli allievi più anziani sono tenuti ad aiutare i nuovi iscritti, istruendoli anche sull’etichetta del Dojo;
• dopo il saluto finale, gli allievi devono rimanere in seiza attendendo il permesso del Maestro.

L'accettazione di un allievo quale iscritto al Dojo e il rinnovo della sua iscrizione è condizionata all'approvazione del responsabile di Dojo. Non sono tollerati comportamenti non consoni allo spirito del Dojo e della disciplina che vi si pratica.

Altre informazioni

  • Nicola Ronci



    Nicola Ronci è il responsabile del Dojo. Pratica Aikido all'interno dell'Aikikai d'Italia dal 1985. Ha seguito sempre la linea didattica del M°Yoji Fujimoto Shihan, 8° dan, recentemente scomparso. È quarto dan Aikikai d'Italia e Aikikai Giappone.
    Ogni anno trascorre un mese a Tokyo dove segue le lezioni del Doshu e di altri Maestri dell'Honbu Dojo.

  • Walter Lorenzetti



    Walter aiuta Nicola nella gestione della didattica ed è il responsabile del l'Erabashi dojo di Pontedera. Pratica Aikido all'interno dell'Aikikai d'Italia dal 1995. Segue il M°Domenico Zucco, 7° dan Aikikai d'Italia, nei suoi stage italiani ed esteri e, sotto la sua direzione, ha conseguito il terzo dan.
    www.aikidopontedera.it